Manifesto

cycle chic manifesto

  • Pedalerò con stile, scegliendo lo stile alla velocità
  • Renderò più piacevole il paesaggio urbano
  • Sono consapevole che il mio andare in bicicletta ispirerà altre persone ad utilizzare la bici, senza venir etichettato come “attivista della bicicletta”
  • Pedalerò con grazia, eleganza e dignità
  • Sceglierò una bici che rifletta il mio stile e la mia personalità
  • La bicicletta sarà un semplice additivo al mio stile
  • Il valore della mia bici non dovrà superare quello dei miei vestiti
  • Potrò accessoriare la mia bici, secondo le regole dettate dalla cultura del ciclismo urbano
  • Rispetterò il codice della strada
  • Mi asterrò da indossare qualsiasi indumento sportivo in licra

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

4 risposte a Manifesto

  1. stefano scrive:

    Idea bellissima, un anno fa ho iniziato anch’io fotografando, principalmente con un i phone, gli abusi degli automobilisti sulle ciclabili, per poi trasformare il tutto fotografando stili di pedalata, parcheggi, piste ciclabili funzionanti e non e altro…
    https://www.facebook.com/pages/Piste-ciclabili-nuovi-parcheggi-ciclisti-urbani-e-non/237781809611277?ref=hl
    stefano

  2. Carlo scrive:

    Buongiorno, leggendo un articolo sono venuto a conoscenza del vostro sito e lo trovo molto interessante, inoltre ho letto il ” Manifesto di Copenhagen” e lo abbraccio in tutto. Pfv stampiamolo su una pagina A4 e coordiniamo un “sabato da ciclisti” e lo portiamo tutti insieme, scampanellando, all’ennesimo sindaco che non si cura di noi ciclisti, come tutti i suoi predecessori, ci ha promesso molte piste ciclabili ma ha fatto meno del minimo. Buona bicicletta a tutti, ciao / Carlo

  3. tiziana scrive:

    Dissento con tutta me stessa dal punto 7 del manifesto. Amo vestirmi nei negozi vintage e nei mercatini, spendo per i miei abiti cifre decisamente modeste riuscendo comunque ad avere uno stile tutto mio giudicato dai più elegante e non banale. Il valore della mia bici supera di gran lunga quello dei miei abiti, non vedo che cosa ci sia di male!